domenica 6 aprile 2014

Preferiti di marzo 2014

Ciao bimbe,
oggi vi parlo dei prodotti che ho usato di più nel mese di marzo.
Non è un genere di post che faccio spesso, sapete benissimo che mi diverto maggiormente nel propinarvi trucchi inutili (diciamo pure che le scadenze per i post mi mettono ansia e sapere che ogni fine mese devo fare un resoconto mi uccide), ma talvolta rinsavisco (o non ho avuto tempo di registrare un tutorial).
 Ecco i miei super alleati di marzo:




Primer occhi Light Beige Avon
Io non sono (ancora) fissata con i primer, nel senso che ho passato tutta la mia vita senza utilizzarne e sono ancora viva. Però l'ombretto non mi arrivava fino a fine serata intatto, no.
Nella mia breve vita di fruitrice di primer ne ho avuti due: quello Elf da un euro e qualcosa e questo qui di Avon (sui 5 euro), quindi le mie impressioni saranno in base alla mia personale esperienza di poratcha, non posso fare paragoni con primer di alto rango.
Questo qui di Avon mi piace assai, uniforma la palpebra e mi piace utilizzarlo pure da solo, giusto per coprire quegli odiosissimi aloni marroncini che mi ritrovo intorno agli occhi; come base per gli ombretti si comporta egregiamente, tant'è che riesco a fare delle sfumature bellissime in toni naturali, che sulla palpebra nuda ciao proprio. Inoltre devo fargli un monumento perchè grazie a lui posso portare il pastello Vanità di Neve Cosmetics (ne parlerò più in giù) come eyeliner senza che diventi un ombretto (messo a dick of dog) tempo zero. Insomma, per quello che costa è super, lo consiglio a chi non vuole spendere un patrimonio in un primer ma che non vuole rinunciare ai suoi benefici.

Colour Arts base occhi Essence
Ho comprato questo prodotto dietro consiglio della mia personale consulente di bellezza Annalisa, colei che ispira ogni mio acquisto da qualche mese a questa parte. Si tratta di una specie di base per i pigmenti, infatti si presenta come un gel trasparente e appiccicoso, sul quale le polveri sembrano attecchire particolarmente bene. Cosa ancora più straordinaria è la sua capacità di rendere gli ombretti vividi e intensi, infatti lo uso sempre quando devo fare dei piccoli dettagli e soprattutto quando uso ombretti chiari o poco pigmentati. Il suo difetto è che, appiccicando i pigmenti, non ne permette la sfumatura, per cui ho imparato che prima è bene applicare il colore e sfumarlo come si vuole e solo dopo tamponare la Colour Arts lontano dalla zona di sfumatura per poi riapplicarci sopra l'ombretto e intensificarne il colore.
In particolare non posso farne a meno quando faccio il mio trucco del momento: la rima inferiore viola!

Bio pastello occhi Vanità Neve Cosmetics
Questo pastello occhi è l'unico in mio possesso di Neve, perchè non utilizzo molto le matite occhi se non come base ombretti. Il punto è che non mi trucco spesso gli occhi, a meno che non indossi un rossetto che devo "aiutare" a starmi bene, o il sabato sera (e in genere uso gli ombretti). Insomma, dovevo raggiungere una certa somma per ottenere le spese gratis sul sito e ho infilato nel carrello pure Vanità, dietro consiglio di Vanessa. E' un viola melanzana ma non cupo, con glitter fucsia e arancio/salmone. Giuro che è di una bellezza mozzafiato. Il problema è che mi si stampa ovunque, è come se si sciogliesse non appena tocca la palpebra (io ce l'ho oleosa in effetti), cosa che mi ha dato non poco fastidio, considerata la bellezza cromatica del prodotto. Poi ho comprato il primer Avon e da lì la situazione è cambiata. La uso volentierissimo come eyeliner con i rossetti fucsia, o nella rima interna inferiore quando faccio questo benedetto trucco (l'amico sulle labbra è Flat Out Fabulous MAC, nella rima inferiore esterna invece ho il 439 di Inglot aiutato dalla Colour Arts Essence):


Insomma, per le amanti del viola è un prodotto da avere, è troppo bella. Però se ne conoscete una versione più salda fatemelo sapere please.

Retro matte lipstick All Fired Up Mac
Anche lui è stato frutto di una scelta ponderata insieme ad Annalisa. Avevo già Flat Out Fabulous, e prima non ero mai stata particolarmente affascinata da questo ibrido tra fucsia e rosso, sarà che negli store/corner non c'era mai e non l'avevo mai potuto vedere dal vivo. Poi mi sono convinta a prenderlo e da quando ce l'ho è amore, mi piace da impazzire. Il colore è fantabolante, trovo mi stia benissimo e la durata è ottima se metto sotto uno stick labbra bio (altrimenti mi si secca troppo e si sbriciola). Mi sto ritrovando a mettermelo quasi tutti i giorni da quanto mi piace, mi impongo di darmi una regolata perchè non vorrei doverlo ricomprare a breve. Mi sento di consigliarlo a tutte le ragazze fredde e intense.
Guardate qua se dico bugie:

Tutorial qui

Blush Breezy MAC
Questo è una new entry nonchè mio primo ufficiale regalo di compleanno da parte dei miei compagni di classe (gift card is the way <3): si tratta di un blush prugna rossiccio con satinatura rosa. L'ho visto da Annalisa e ho capito che mi serviva un blush da abbinare ai miei rossetti rossi (dei blush che avevo non ce n'era uno che ci stesse come dico io, anche perchè li ho comprati tutti a caso, senza pensare ad abbinarli ai rossetti); bene, sorvolando sul fatto che la mua del corner me l'ha messo manco fossi un clown e pretendeva pure che ci andassi in giro, me ne sono subito innamorata e me lo sono portato a casa. Il colore è stupendo, la satinatura talmente discreta da risultare impercettibile, e con rossetti come Perpetual Flame e All Fired Up è la morte sua; sta bene un po' con tutto a dire la verità, è il mio MCBB (my cheeks but better)! E che dire della qualità..super pigmentato ma modulabile, dura tutto il giorno senza sparire nel nulla. Dire che lo amo è riduttivo, credo che apparirà magicamente in tutti i post di questo tipo.

Ombretto 439 Inglot
E' un ombretto viola medio con riflessi bluastri. E' il viola più bello che abbia mai visto, se ancora non ce l'avete fiondatevi a comprarlo. Mi piace un casino sia come ombretto a tutta palpebra che nella rima inferiore (ridaje!), è proprio quello che avete visto nella foto sopra.
Rispetto agli altri ombretti Inglot che ho è il meno scrivente, però se tamponato sopra la Colour Arts tira fuori tutta la sua bellezza e si fa notare, ogni volta che l'ho utilizzato mi è stato chiesto che ombretto fosse. Davvero, un ombretto di una bellezza rara:



Perfecteur de teint 01 So Bio Etic
Dunque, da tempo sentivo parlare di questa bb cream bio, ed ero davvero curiosa di provarla. Da quando uso prodotti per la skin care dal buon inci e il fondo minerale non ho più problemi di pelle, però ammetto che ogni tanto sento la mancanza di un prodotto fluido per truccarmi il viso, quindi la notizia che esistesse questo mi ha subito spinta ad acquistarlo da Thymiama Pescara (grazie ancora Robi <3) e da un paio di mesi lo utilizzo, non tutti i giorni, ma quando sono di fretta o sento la pelle particolarmente secca. Dunque, io ho preso la colorazione più chiara che definirei beige neutro, quindi credo possa adattarsi a tutti i sottotoni di pelle, più o meno. A me non lascia stacchi di colore e uniforma le discromie del viso in modo omogeneo e naturale. L'effetto appena messa è super luminoso e mi piace tanto, il problema è che, anche se metto la cipria, dopo un paio d'ore mi lucido parecchio, e io sto fuori per molte ore in genere. Ho provato sia con la crema sotto che senza, ma il risultato è sempre quello, non so proprio come arginare il problema. Se avete un metodo da consigliarmi scrivetemelo nei commenti, ve ne prego.

Stick labbra ai quattro burri L'Erbolario
A Natale ho deciso di cestinare il mio fedele Labello in favore di un prodotto con buon inci e ho optato per questo dell'Erbolario, avendo sentito dire meraviglie al riguardo. Credo siano stati i 5 euro meglio investiti della mia vita, giuro. E' un burro morbidissimo e super idratante, non unto, ed ha un profumo di buono indescrivibile, ogni tanto lo apro e lo sniffo. Io lo metto tutte le notti, tutte le mattine prima di mettere il rossetto e a volte durante la giornata. L'ho comprato a Natale e non l'ho ancora finito. Per non parlare del fatto che le mie labbra non sono mai state così idratate e morbide. Lo consiglio a tutte ragazze, è un prodotto eccezionale.

Questi erano i prodotti più usati del mese di marzo, spero che vi siano piaciuti! Fatemi sapere se abbiamo qualche prodotto in comune e come vi ci trovate!

Un bacione,



35 commenti:

  1. Credo cederò ad AFU ben prima del mio compleanno. La colpa è esclusivamente tua, come già detto centinaia di volte.
    Anche il Perfecteur de teint So' bio Etic mi ispira, ok il fondo Neve ma ogni tanto vorrei qualcosa di più idratante ( metto sempre la crema prima del fondo ma insomma, ci siamo capite! )

    RispondiElimina
  2. Camilla Burgassi6 aprile 2014 23:59

    Fede comincia ad armarti di scalpello u_u
    La bb cream è ottima come sensazione sulla pelle, provala. Spero non ti faccia lucidare come a me però, io ho la pelle mista :/

    RispondiElimina
  3. Abbiamo in comune la base essence e AFU che amo davvero tantissimo *-* VuolO quell'ombretto Inglot e quel blush che hai tu! Li ficco subito in wishlist :D

    RispondiElimina
  4. Camilla Burgassi7 aprile 2014 00:59

    La Colour Arts ha salvato molti ombretti da una triste fine D:
    AFU è un capolavoro, ammetto che lo avrei preferito in versione matte, senza retro, però con il quattro burri dell'Erbolario diventa tollerabile :D
    L'ombretto Inglot è stupendo, secondo me più bello del re dei viola Parfait Amour.
    Breezy è la perfezione fatta blush, tra l'altro uno potrebbe comprarsi solo lui e stop, sta bene con tutto :3

    RispondiElimina
  5. Ciao.Di questa bb cream ne sento di pareri!!!chi la ama chi la odia. ..secondo me ha la stessa consistenza del fondo benecos.mooolto difficile da stendere...ma il risultato mi piace

    RispondiElimina
  6. Cami ma che figo è quell'ombretto inglot!!!ora lo voglio assolutamente!!!!anche io ho la colour art e ho avuto il burro labbra l'inverno scorso e mi sono piaciuti entrambi. Ho ordinato la bb cream perchè io i fondi minerali non riesco ad usarli (sono sempre di fretta o su treni) e volevo passare a qualcosa dall'inci decente perchè la mia pelle ultimamente è in stati pietosi!! spero di trovarmi bene. Ammetto che mi hai incuriosita con quel blush, ma ormai il mio cuore è tutto per l'ombretto <3

    RispondiElimina
  7. Ciao! :) anch'io uso il primer avon e mi ci trovo benissimo!! quando mi strucco dopo tante ore il trucco occhi è ancora intatto!!...ho da poco comprato il colour arts essence sapendo che andrà fuori produzione e avendo letto meraviglie su di lui..sono contenta che anche tu me le abbia confermate!^_^ ..poi anch'io sto passando all'uso di prodotti più naturali per quanto riguarda creme e burro cacao, quindi sto aspettando di finire i vecchi fondotinta per poi comprarmi le tanto decantate bb cream so bio etic! spero non lucideranno anche me perchè anch'io ho la pelle mista! bacioni :)

    RispondiElimina
  8. io sono alla ricerca di un primer che mi soddisfi, e questo potrebbe fare al caso mio *___* mi rifiuto di spenderci una fortuna! poi...vogliamo parlare di quell'ombretto Inglot? so già che la prossima volta che ci andrò sarà mio, soprattutto se ci sarà anche quel teal stupendo che era out of stock quando siamo andate.

    RispondiElimina
  9. Francesca saladino7 aprile 2014 15:40

    A me hanno regalato casualmente un pigmento della Kiko lo 06,che è uguale a vanità e lo uso per fissarla,anche nella rima interna e regge!

    RispondiElimina
  10. Vanità è davvero stupendo, anche se mi si stampa sulla palpebra
    nonostante il primer, fortunatamente ho risolto tamponandolo con cipria
    trasparente.
    Il nutrilabbra L'Erbolario è favoloso, di solito uso il
    proteggilabbra (che è anche cicatrizzante), ma ora gli preferisco
    questo. Sono tentata dal burrocacao all'olio di argan adesso!

    RispondiElimina
  11. Ho anch'io quell'ombretto Inglot, bellissimo! Dovrò comprare al volo la Colour Arts, anche su di me risulta poco scrivente D: però con sotto un long lasting Kiko lilla/azzurro di qualche LE fa diventa stupendo! (non vedo l'ora che arrivi AFU, smetti di postare fotoooo ç_ç)

    RispondiElimina
  12. Camilla Burgassi7 aprile 2014 18:00

    Hai ragione Francesca, è un prodotto controverso che divide. La sua consistenza è molto densa e pastosa, però io non la trovo difficile da stendere (lo faccio con le mani, c'è chi usa il pennello), però non ho mai provato fondotinta bio, quindi non posso fare un confronto :(

    RispondiElimina
  13. Camilla Burgassi7 aprile 2014 18:03

    il 439 è stupendissimo Fede *-*
    Comunque i fondi minerali necessitano di un lavoro lunghetto, è vero, però il risultato che danno secondo me è superiore a quello della bb cream. Sappi comunque che dovrai spolverarla di cipria, quindi almeno quello step dovrai farlo (a meno che tu non abbia una pelle secchissima).
    Breezy ti consiglio di provarlo, anzi te lo sconsiglio o te lo porterai a casa D:

    RispondiElimina
  14. Camilla Burgassi7 aprile 2014 18:04

    Ciao Flavia! Sì, la Colour Arts è portentosa per far risaltare gli ombretti, l'unico difetto è che non agevola la sfumatura, ma glielo perdoniamo ;)
    Il rischio che la bb cream ti luciderà c'è, però sappi che esiste anche il fondo della So Bio, magari quello è più opacizzante ^_^

    RispondiElimina
  15. Camilla Burgassi7 aprile 2014 18:06

    Vane a me piace da impazzire il primer, non so che pretese tu abbia, ma io mi ci trovo alla grande. Non è bio ovviamente, non so se ti interessava, ma per il prezzo che ha è un affare secondo me.
    L'ombretto Inglot...parliamone, sì! Se trovi il teal prendilo anche a me >.<

    RispondiElimina
  16. Camilla Burgassi7 aprile 2014 18:06

    Ma davvero Fra??? Cavolo, se lo becco me lo prendo :3

    RispondiElimina
  17. Camilla Burgassi7 aprile 2014 18:08

    Grazie del consiglio, proverò anch'io a tamponare la cipria sopra Vanità :D
    Quando andai a comprarmi il burro cacao dell'Erbolario ero indecisa se prendere quello ai quattro burri o quello all'argan ma la commessa mi consigliò il primo dicendo che quello all'argan era più adatto a pelli mature essendo così ricco. Però lo proverò, poco ma sicuro!!!

    RispondiElimina
  18. Camilla Burgassi7 aprile 2014 18:09

    Sì, è come se si dovesse premere molto per farlo scrivere, non è un portento da questo punto di vista, però il colore è talmente bello che gli si perdona tutto!!!
    Anch'io non vedo l'ora che ti arrivi AFU +-+ (puahahahahah ho messo la foto pensando che saresti capitata per qua >:D )

    RispondiElimina
  19. ho capito, vado a farmi una passeggiata da Inglot il più presto possibile :D

    RispondiElimina
  20. Per la matita, te la butto lì: pearglide designer purple! Non è lo stesso punto di viola, ma ha il triplo dei riflessi e dura da mattina a sera perchè si secca (non adatta per la rima interna però). Io le uso quando devo stare fuori tutto il giorno e devo usare cose super waterproof ma che si struccano in 6 secondi con l'olio di cocco.

    Ah, voglio AFU! ç__ç

    RispondiElimina
  21. anche a me succede quella cosa con AFU... non lo sopporto! Pur amandolo >.<... anche se metto il burrocacao prima, dopo qualche ora tende a sbriciolarsi un po' ç_ç

    RispondiElimina
  22. quel viola è davvero bellissimo e, avendola anche io, non stento a credere che con la colour arts sia ancora più faigo!!

    RispondiElimina
  23. Che bello All Fired Up ** ma cromaticamente rispetto a Perpetual Flame com'è? Vale la pena averli entrambi? Al momento non so proprio quale dei due prendere (o se prenderli entrambi ahah).

    RispondiElimina
  24. Camilla Burgassi9 aprile 2014 00:25

    Grazie Ciull!!! Però è un prodotto che non conosco, devo informarmi. pare proprio faccia al caso mio :3

    RispondiElimina
  25. Camilla Burgassi9 aprile 2014 00:26

    A me succede un po' con tutti i rossetti secchi in realtà, non è colpa di AFU xD Però io col burro cacao ho risolto seriamente, è stata una scoperta illuminante *-*

    RispondiElimina
  26. Camilla Burgassi9 aprile 2014 00:27

    Eli davvero, è il viola più bello del mondo, se ti capita prendilo perchè merita e io lo sto sfruttando come mai avrei pensato *-*

    RispondiElimina
  27. Camilla Burgassi9 aprile 2014 00:29

    Che gioia quando sento parlare di Perpetual ç_ç Sì, merita averli entrambi. Sono molto simili effettivamente come tonalità, però PF è smorzato, è più scuro; AFU è brillante e più fucsia, Colori che sembrano quasi uguali sulle labbra hanno rese totalmente diverse. Nel mio ABC Lipstick tag (lo trovi nel blog) li mostro entrambi, se vuoi dare un'occhiata ;)

    RispondiElimina
  28. Okay, grazie :3

    RispondiElimina
  29. All fired up è bellissimo, peccato non sono mai riuscita a beccarlo in store =_=

    RispondiElimina
  30. Camilla Burgassi23 aprile 2014 22:41

    E' stupendissimo, me lo sto mangiando *-* purtroppo è un rossetto latitante e lo è stato fin dalla sua apparizione l'estate scorsa, tutti gli altri bene o male si vedevano in giro, lui smaterializzato. Se lo trovi prendilo senza esitazione!

    RispondiElimina
  31. Infatti a Torino non l'ho mai visto. Penso di dover andare alla Sephorona di Milano, lì mi sembra ci sia sempre (o almeno, l'ho sempre visto...)

    RispondiElimina
  32. trovi i vari dupes di Vanità sul mio blog, non è un colore difficile da trovare se esci dagli inci naturali però!

    RispondiElimina
  33. All fired up lo volevo anch'io ma non l'ho trovato... io non sono fredda però, credo di avere colori abbastanza caldi, chissà se mi starà bene!
    Invece il 4 burri de L'Erbolario ce l'ho anch'io e non lo ricomprerò, forse è meglio del Labello ma... ho provato decisamente di meglio! ;)

    RispondiElimina
  34. Camilla Burgassi28 aprile 2014 14:36

    Grazie, do una sbirciata allora! (gli inci per il make up non sono una mia priorità al momento :D)

    RispondiElimina
  35. Camilla Burgassi28 aprile 2014 14:37

    E' difficilissimo da trovare, incredibile! Comunque non saprei, considera che dentro ha un bel po' di rosso, probabilmente su una calda sarebbe molto fucsia, ma non credo che sia proibitivo :)
    Come mai con il burro cacao dell'Erbolario non ti sei trovata bene? Io lo adoro in maniera incommensurabile *-*

    RispondiElimina